Certificazione e ispezione 2010/35/UE T-PED

                                       

Certificazione e ispezione attrezzature a pressione trasportabili

La direttiva 2010/35/UE (che ha sostituito la precedente direttiva 1999/36/CE) stabilisce norme dettagliate riguardanti le attrezzature a pressione trasportabili al fine di migliorare la sicurezza e garantire la libera circolazione di tali attrezzature nell’Unione. La direttiva si applica:

  1. alle nuove attrezzature a pressione trasportabili di nuova fabbricazione, definite all’articolo 2, paragrafo 1, che non recano i marchi di conformità di cui alle direttive 84/525/CEE, 84/526/CEE, 84/527/CEE o 1999/36/CE, per quanto riguarda la messa a disposizione sul mercato di tali attrezzature;
  2. alle attrezzature a pressione trasportabili definite all’articolo 2, paragrafo 1, che recano i marchi di conformità di cui alla presente direttiva o alle direttive 84/525/CEE, 84/526/CEE, 84/527/CEE o 1999/36/CE, per quanto riguarda le ispezioni periodiche, le ispezioni intermedie, le verifiche straordinarie e l’uso di tali attrezzature;
  3. alle attrezzature a pressione trasportabili definite all’articolo 2, paragrafo 1, che non recano i marchi di conformità di cui alla direttiva 1999/36/CE, per quanto riguarda la rivalutazione della conformità.

Non si applica alle attrezzature a pressione trasportabili immesse sul mercato anteriormente alla data di attuazione della direttiva 1999/36/CE che non sono state sottoposte a una rivalutazione della conformità.

Non si applica alle attrezzature a pressione trasportabili utilizzate esclusivamente per operazioni di trasporto di merci pericolose tra Stati membri e paesi terzi, effettuate a norma dell’articolo 4 della direttiva 2008/68/CE.

Non si applica inoltre ai  diffusori  di  aerosol (n. ONU 1950), ai recipienti criogenici  aperti,  alle bombole per gas  per  apparecchi di respirazione, agli estintori portatili (n. ONU 1044), alle attrezzature a pressione trasportabili soggette a esenzione a norma del punto 1.1.3.2 degli allegati della direttiva 2008/68/CE e alle attrezzature a pressione trasportabili soggette a esenzione dalle prescrizioni per la costruzione e il collaudo degli imballaggi secondo le disposizioni speciali di cui al punto 3.3 degli allegati della direttiva 2008/68/CE.

In qualità di Organismo Notificato, EUCER Srl è riconosciuto dall′Unione Europea con il numero di notifica 1872 per lo svolgimento delle seguenti attività:

Certificazione

  • Approvazione del prototipo:

In questo ambito il fabbricante sottopone a EUCER Srl la documentazione di progetto, i calcoli, le procedure di fabbricazione e controllo. Oltre a tale esame documentale, EUCER Srl sottopone a verifica e prove un o più esemplari (prototipi) dell′attrezzatura oggetto di certificazione, rilasciando ad esito positivo un certificato di approvazione del prototipo.

  • Conformità della fabbricazione (approvazione degli esemplari successivi al prototipo): 

Successivamente all′approvazione del prototipo, ogni altro esemplare successivamente realizzato dal fabbricante in coerenza con il prototipo approvato deve essere soggetto ad esame, verifica e prova prima di poter essere immesso in commercio.

Le attrezzature a pressione trasportabili certificate secondo la direttiva 2010/35/UE vengono marcate con il simbolo ”π ”, accompagnato dal numero identificato di EUCER Srl (1872).

  • Sorveglianza del Servizio interno di ispezione: 

In alternativa all′approvazione degli esemplari successivi al prototipo il fabbricante può sottoporre ad esame ed approvazione il proprio sistema qualità a garanzia della capacità del fabbricante di realizzare esemplari conformi al prototipo approvato. EUCER Srl effettua un esame della documentazione del sistema qualità e una verifica presso lo stabilimento del fabbricante per valutare la corretta applicazione del sistema stesso e le qualifiche del personale. Tali verifiche vengono ripetute con cadenza almeno semestrale. Le attrezzature a pressione trasportabili prodotte con tale procedura vengono marcate con il simbolo ”π ” a cura del fabbricante, accompagnato dal numero identificato di EUCER Srl (1872).

La Sorveglianza del servizio interno d’ispezione può essere inoltre effettuata per le attività d’ispezione periodica effettuate da centri collaudo sempre a seguito di esame del sistema qualità e sopralluogo presso lo stabilimento interessato alla richiesta della certificazione.

Ispezione

  • Rivalutazione della conformità di Tipo:

È la procedura avviata, su richiesta del fabbricante, per valutare a posteriori la conformità delle attrezzature a pressione trasportabili fabbricate e immesse sul mercato anteriormente alla data di applicazione della direttiva 1999/36/CE.

  • Rivalutazione della conformità: 

È la procedura avviata, su richiesta del proprietario o dell′operatore, per valutare a posteriori la conformità delle attrezzature a pressione trasportabili fabbricate e immesse sul mercato anteriormente alla data di applicazione della direttiva 1999/36/CE.

  • Ispezione periodica: 

È l’attività d’ispezione a seguito della quale viene autorizzata la permanenza in servizio di un’ulteriore periodo di tempo in conformità alle norme e regolamenti vigenti, delle attrezzature trasportabili conformi alla direttiva T-PED.

  • Ispezione eccezionale: 

A seguito di interventi di riparazione o modifica le attrezzature a pressione che rientrano nell′ambito della direttiva 2008/68/CE e successivi aggiornamenti, devono essere sottoposte ad una verifica specifica per assicurare che la riparazione o modifica effettuata, consenta all′attrezzatura di rispettare i requisiti previsti dalle norme vigenti.

Ispezione delle attrezzature a pressione trasportabili fabbricate secondo regolamenti nazionali prima dell’introduzione della Direttiva T-PED

EUCER Srl è Ente autorizzato presso il Ministero dei Trasporti ai sensi del D.M. 18.06.2015, per l’effettuazione delle attività di Ispezione periodica di attrezzature a pressione trasportabili per il Mantenimento in servizio delle attrezzature a pressione trasportabili costruite ed approvate secondo il Decreto 12 settembre 1925 e successive serie di norme integrative.